Mario Marazziti - Pagina Ufficiale

Mario Marazziti - Pagina Ufficiale

martedì 27 dicembre 2016

Dallo Stato attenzione per il carcere di Vasto

video

Alla Casa Circondariale e di lavoro di Vasto con Maria Amato, medico-deputato di grande sensibilità, per dare vicinanza e per fare il punto su come umanizzare e rendere utile il modello delle 'case lavoro', in un tempo in cui i lavori scarseggiano e c'è il rischio che diventino un parcheggio di passività senza cambiamento, né personale né sociale.

sabato 17 dicembre 2016

80 anni capaci di donare un futuro al nostro mondo



Auguri a papa Francesco. 80 anni di Vangelo e di amicizia con i poveri. 80 anni capaci di sognare e di donare un futuro al nostro mondo tentato dalla chiusura e dalla paura. 80 anni da imitare e sostenere con il nostro lavoro.

mercoledì 16 novembre 2016

Pena e speranza: carceri, riabilitazione, esecuzione della pena, riforme possibili


Quando l’Italia fu condannata dalla Corte europea con la sentenza Torreggiani i detenuti erano 65.905 mentre i posti erano 46 mila. Oggi sono 54.912 e i posti sono diventati 50.062.  Il tasso di sovraffollamento, grazie al lavoro del Governo e del Parlamento, è sceso dal 146% al 109%, meglio della Francia, 119 e della gran Bretagna. Le misure alternative sono raddoppiate, in tre anni, da 21 mila a 40 mila. E’ un indice positivo, vuole dire che si può costruire sicurezza senza ricorrere al carcere. 

venerdì 11 novembre 2016

Referendum costituzionale: A Roma Sì può



A Roma SI puo’. A Milano SI può. A Parma SI Può. A Messina SI può. Sono contento oggi parlare di questo referendum tirato di qua e di là. Che oscilla tra: “ma che gliene importa alla gente di questo referendum costituzionale con tutti i problemi “concreti” che ci stanno? e l’Armageddon, il Giudizio Finale, come se fosse l’Anno zero della post-democrazia e dell’ignoto. O semplicemente il tempo per dare una lezione a Renzi e a chi si vuole combattere, indipendentemente dal suo contenuto. Nel tempo della politica plebiscitaria, dei corpi intermedi deboli, dei partiti inconsistenti o fluidi, dei social media e delle leadership gridate è difficile farsi una idea, anche del merito.

giovedì 10 novembre 2016

Salute mentale: la sfida della dignità e della sostenibilità a 40 anni dalla legge Basaglia


Buongiorno, con amicizia, a tutti i presenti. Ringrazio non solo dell’invito, ma dello straordinario lavoro che fate, della scelta del tema di questa giornata, che ne fa un convegno importante, perché un convegno pensato fin dall’inizio per cambiare. Capire, fare tesoro dell’esperienza, guardare ai mezzi disponibili, cercare e costruire soluzioni possibili nella situazione data, per cambiare. Uno dei piccoli segreti “gratuiti” della Comunità di Sant’Egidio che può essere anche un antidoto alla rassegnazione, o al mero lamento o protesta in tempi di cambiamento del welfare, di risorse non infinite: cambiare il mondo, non smettere di volerlo cambiare, anche con mezzi deboli, a volte poveri, valorizzando tutto quello che c’è attorno.

mercoledì 9 novembre 2016

Un caffé in piazza Montecitorio nel "Bar al buio" di IRIFOR, un'esperienza emozionante. Ora aggiorniamo la legge dell'85


Il prendere un caffè nel “Bar al buio” è un’esperienza intensa ed emozionante. Al buio cresce la capacità di percezione con i sensi diversi dalla vista. Senti di più e ti fai prendere per mano e accompagnare in questa esperienza: ti affidi a chi vive una condizione di disabilità visiva e nell’oscurità ‘vede’ per te e ti fa percepire per un attimo come si vive al buio e come utilizzare al massimo appunto gli altri sensi, rendendo tutto questo una risorsa”. Nel buio reimpariamo che solo se ci si dà una mano, insieme, si sa dove andare. 

martedì 8 novembre 2016

Approvate le mozioni relative al settore cooperative e alla situazione in Siria


Discussione sulle linee generali delle mozioni Lupi, Rosato ed altri n. 1-01419 e Vargiu ed altri n. 1-01420 concernenti iniziative in ambito europeo e internazionale in relazione alla situazione in Siria, con particolare riferimento all'emergenza umanitaria e alla condizione dei bambini nella città di Aleppo.

lunedì 7 novembre 2016

I sindaci del terremoto con oltre 600 loro colleghi di tutta Italia


La Camera dei deputati ha aperto le porte dell’Aula di Montecitorio a oltre 600 sindaci di tutta Italia, e fra loro in particolare ai sindaci delle zone terremotate di Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo, per una giornata di confronto stringente sulle urgenze del Paese.


sabato 5 novembre 2016

Giubileo delle persone detenute: Saremo a San Pietro




Giubileo delle persone detenute: Saremo a San Pietro. Bisogna immaginare nuovi modi di scontare la pena, per reintrodurre la speranza nelle condanne più gravi, per ribaltare la recidività in voglia di riscatto.

Mario Marazziti, presidente della Commissione Affari Sociali della Camera dei deputati, promotore alla Camera dell’Intergruppo “Carcere, Umanizzazione, Esecuzione della Pena, Riabilitazione” e primo firmatario dei disegni di legge per l’abolizione dell’ergastolo ostativo e per l’amnistia e l’indulto parteciperà alla Santa Messa celebrata da papa Francesco assieme alle persone detenute per lo speciale Giubileo della misericordia dedicato alle persone in carcere. Una piccola delegazione di Montecitorio, con Fabio Porta (PD) e Marta Grande (5Stelle), in rappresentanza dell’Intergruppo che si è costituito anche al Senato per iniziativa dei senatori Manconi e Corsini sarà a San Pietro., mentre si avvierà la Marcia da Regina Coeli al Vaticano, promossa dal Partito Radicale per chiedere un provvedimento di amnistia.

giovedì 27 ottobre 2016

Una bella, buona, necessaria legge per i minori non accompagnati



Grazie, Presidente.

Vorrei, attraverso di lei, esprimere il compiacimento per l'eloquio sempre così garbato del collega Capezzone, che in genere apprezzo per l'equilibrio, ma mi corre l'obbligo di precisare che, in questo momento, noi stiamo per approvare una bella, buona, necessaria legge per i minori non accompagnati, minori stranieri, in cui i minori stranieri non accompagnati diventano persone, acquistano diritti in quanto minori, secondo i trattati internazionali che tutti noi abbiamo firmato e vogliamo implementare. Si crea un sistema per cui esisterà un tutore personalizzato e queste persone possono cominciare a vivere e non continuare a morire, come quando hanno preso una barca fuggendo, a differenza di quello che dice il collega Capezzone, da guerre, da massacri, da sfruttamento, da morte, da assenza di futuro.

mercoledì 26 ottobre 2016

La legge per la protezione dei minori stranieri non accompagnati è un grande passo di civiltà


La legge per la protezione dei minori stranieri non accompagnati che la Camera approva oggi con ampio consenso, e che è frutto di un lavoro comune, è un grande passo di civiltà.

Solo nel 2016 nel nostro paese sono sbarcati circa 20mila minori, in gran parte non accompagnati. Questa legge tutela i bambini e gli adolescenti stranieri che sbarcano in Italia soli, senza familiari o adulti di riferimento a fianco, che sono bambini e adolescenti come i loro coetanei italiani e in quanto tali hanno diritto a essere protetti e tutelati. Viene stabilito un sistema di garanzie che ne salvaguarda la minore età e aiuta anche a ridurre il rischio di incappare in persone che possono sottoporli a forme di sfruttamento.

domenica 16 ottobre 2016

Manovra, sulla sanità scelta saggia e doverosa



Con la Manovra appena varata, il Consiglio dei ministri  ha fatto una scelta saggia e doverosa nel settore della sanità e ha confermato le priorità indicate nelle ultime settimane dalla Commissione Affari Sociali di Montecitorio nel corso di alcuni incontri fra il Presidente della Commissione e i responsabili dell'Economia e della Pubblica Amministrazione. 

Stabilizzare i medici e il personale sanitario negli ospedali; riaprire il turn over il cui blocco è andato oltre i limiti del risparmio e si sta rivelando un danno, per rispondere all'invecchiamento di medici e degli esercenti la professione sanitaria; stabilizzare il Fondo per i farmaci innovativi senza indebolire il resto della spesa sanitaria sono le priorità che abbiamo chiesto anche sul Def. 

Ora occorrerà agire per riformare la governance della spesa farmaceutica già dall'inizio del 2017, superando il meccanismo del payback, sia nei dispositivi e nell'hardware sanitario, sia nella spesa farmaceutica. E avviare riforme organizzative capaci di dare risposte assistenziali per le malattie oncologiche e per quelle croniche sul territorio, ripristinando una continuità socio-assistenziale. 

E il 2017, reintroducendo maggiore uguaglianza con la riforma del Titolo V contenuta nella riforma del Senato, potrebbe diventare l' anno della crescita dell' offerta di salute dopo gli anni dei tagli e della preoccupazione. 

venerdì 14 ottobre 2016

Una Moratoria delle Esecuzioni è possibile e necessaria in Giappone - intervento di Mario Marazziti presso la Dieta nazionale del Giappone, Tokyo, 14 Ottobre 2016


------- Versione italiana -------

NO JUSTICE WITHOUT LIFE
Una Moratoria delle Esecuzioni è possibile e necessaria in Giappone
Dieta Nazionale del Giappone, Tokyo, 14 Ottobre 2016
Intervento di Mario Marazziti, Presidente Commissione Affari sociali della Camera dei Deputati, Co-fondatore della Coalizione Mondiale
contro la Pena di Morte

"LA PENA DI MORTE E' INUTILE, INGIUSTA, INCOMPATIBILE COI DIRITTI UMANI E NON HA POSTO NEL VENTUNESIMO SECOLO"
死刑は義に反し、人権とは相いれないもの、21世紀には存在しえないものです   総長 
 (Ban-ki-moon, 10 ottobre 2014)  基文(パン・ギムン国際連合事務

martedì 4 ottobre 2016

CARA di Mineo, non basta chiuderlo, ma bisogna cambiare modello di accoglienza


Presidente, Colleghi deputati,

siamo chiamati a pronunciarci su mozioni che riguardano un luogo emblematico, per l’Italia e per l’Europa, il più grande Centro di Accoglienza Richiedenti Asilo del continente, il CARA di Mineo. Una mozione, a firma Lorefice ne chiede la chiusura, altre mozioni differiscono: pure registrando criticità, si dichiarano contrarie alla chiusura immediata, e senz’altro, però, contrarie a ogni individuazione di quel luogo addirittura come sede di un nuovo hot spot per le persone che sbarcano, e comunque per il superamento progressivo di quel modello di accoglienza: per un sistema di accoglienza diffusa e proporzionata sul territorio nazionale. E, ma non dipende solo da noi, europeo.

venerdì 30 settembre 2016

"Sorella Morte" di Monsignor Paglia: un libro che non giudica, ma che aiuta a valutare


C’è un territorio, il più frequentato, che in tanti si vorrebbe non ci fosse, ed è quello proprio della morte e del morire. Ci voleva e ci vuole un uomo colto, fine, coraggioso come Vincenzo Paglia per non rimuovere un tema così importante, per entraci dentro e per accompagnarci in una zona di sentimenti misti, pensieri contraddittori, soluzioni difficili. Per questo, per prima cosa vorrei ringraziarlo di questo libro, del suo lavoro di ricerca, dell’equilibrio, un equilibrio mai equidistante, che può essere una bussola in un tempo complesso come il nostro. 


giovedì 29 settembre 2016

Presentazione del libro di Monsignor Vincenzo Paglia, SORELLA MORTE




Presentazione del libro SORELLA MORTE di Monsignor Vincenzo Paglia, in programma a Roma il 29 settembre 2016 presso la Sala Benedetto XIII. Con l’autore intervengono: Mario Calabresi, Mario Marazziti, Mary Melone, Marcelle Padovani e Pierangelo Sequeri.


martedì 20 settembre 2016

#Assisi30: Migrazioni, i rifugiati ci interrogano


I migranti ci interrogano. Interrogano l’Europa e noi. Sappiamo chi è l’Europa e come sta diventando? Chi siamo noi? Chi sono i migranti?
Il primo problema è questo. Che tutti ormai ne parliamo, che le migrazioni stanno saturando immaginario e discorso pubblico, in Italia, in Europa, nel mondo occidentale. Probabilmente anche in Asia, nell’Africa sub-sahariana (ma noi qui in Italia e in Europa non ne siamo consapevoli), ma che parliamo di una cosa che pensiamo di conoscere e non conosciamo.
Narrazione, linguaggio, discorso pubblico sono una cosa. La realtà è in gran parte un’altra. Ma le politiche dell’immigrazione risentono molto del discorso pubblico, e quindi tendono ad essere sbagliate, completamente miopi, di corto respiro.

lunedì 22 agosto 2016

Insieme a Trento il 2 e il 3 settembre per i Dialoghi di Demo.S



A Trento Riccardi, Boschi e Furlan il 2/3 settembre con Democrazia Solidale

Il fondatore della Comunità di Sant'Egidio Andrea Riccardi, il ministro delle riforme Maria Elena Boschi, i vice ministri Giro e Olivero, il consigliere di Amministrazione Rai Siddi, la segretaria generale Cisl Furlan, sono alcuni degli ospiti attesi a Trento il 2/3 settembre per prendere parte all'incontro "Dialoghi di Democrazia Solidale".
Il movimento politico, presieduto da Lorenzo Dellai, ha organizzato la due giorni trentina dal titolo “Italia, Europa, Mondo: tra realtà, riforme e visioni”.
Molti i temi che saranno affrontati, dalle riforme istituzionali a quelle sociali, dalle 'periferie' all'informazione pubblica, dall'agricoltura ai temi 'caldi' dell'immigrazione e integrazione.
Prevista la partecipazione dei parlamentari di Democrazia Solidale e di vari ospiti, l'incontro si annuncia come "uno spazio libero di riflessione e di incontro in un momento delicato dal punto di vista politico-istituzionale; fermarci per riflettere e dare un contributo anche di 'visione' oltre l'attualità quotidiana, che spesso manca nella nostra società', annuncia Dellai.

giovedì 28 luglio 2016

Bullismo: Ferranti-Marazziti, ok pdl, intervento a 360 gradi Primo sì in commissioni Camera, testo in aula dopo pausa estiva



(ANSA) - ROMA, 27 LUG - Via libera al testo su bullismo e cyberbullismo dalle commissioni Giustizia e Affari sociali della Camera. Si tratta di un testo che rafforza l'attività di prevenzione e offre, specie nei confronti dei bulli del web, strumenti di contrasto più stringenti. 

giovedì 14 luglio 2016

DL Delega Contrasto alla Povertà: dichiarazione di voto

(da 0:58)

Presidente, Colleghi deputati.
È la prima volta, dal 1948, che c’è un miliardo di euro messo a  disposizione delle persone, delle famiglie in povertà assoluta in Italia. Più  quello che si recupererà dalle misure di riordino delle misure assistenziali e sociali già esistenti a livello nazionale, regionale, locale - e in prima battuta possiamo immaginare si riesca ad arrivare a un miliardo e 400 milioni. Sono infatti migliaia, sembra 18 mila, le misure locali e nazionali di tipo assistenziale in Italia. Un Paese in cui facciamo fatica a capire la differenza tra i poveri poveri, poveri assoluti, che non hanno il minimo di cui vivere, e quella parte di incapienti, che possono risultare tali perché evasori o elusori totali. In Italia tutte le misure a sostegno delle fasce più deboli sono di tipo categoriale: per gli anziani, i disabili, altro. Qui è la prima volta che si disegna una misura u-n-i-v-e-r-s-a-l-e di lotta alla povertà assoluta, che è poi moltiplicatrice di povertà, che diventa strutturale per i figli, attraverso quello che il Governo e noi abbiamo chiamato Reddito Minimo di Inserimento.

martedì 12 luglio 2016

Scontro treni: oggi siamo tutti pugliesi


Il bilancio dell'incidente ferroviario in Puglia è drammatico: più di 20 morti, decine di feriti, paura, disperazione, dolore. L'Italia intera piange le vittime di una strage cruenta che rimarrà per sempre indelebile nella storia del nostro Paese. Esprimo la mia vicinanza alle famiglie delle vittime e mi unisco al cordoglio espresso da tutti gli italiani in questo giorno tristissimo. ‎Oggi siamo tutti pugliesi

lunedì 11 luglio 2016

Ludopatia, Marazziti: Commissione pronta a intervenire per conoscere uso esatto dei 50 mln



Disponibili a chiedere i dati alle Regioni e presentare nuove interrogazioni al ministero della Salute. E non escludo audizioni apposite. Dobbiamo sapere in tempi rapidi come sono stati usati i 50 milioni a disposizione nel 2015.

martedì 28 giugno 2016

Dopo la Brexit non sia più Londra ma l'Italia a ospitare l'Agenzia europea del farmaco



La scelta della Gran Bretagna di uscire dall'Unione Europea, a forte rischio di bruciare ricchezze mondiali e restringersi a scelte da piccola Bretagna, pone subito all'Unione scelte importanti per non disperdere il lavoro delle Agenzie Europee che hanno avuto sinora sede a Londra. Tra queste, di certo l'EMA, l'Agenzia regolatoria europea del farmaco.

venerdì 24 giugno 2016

Brexit, ora c'è bisogno di più Europa


C'è bisogno di più Europa. Possibile dirlo la mattina in cui tutti scopriamo sulla carta geografica che non c'è più la Gran Bretagna ma solo una piccola bretagna dopo un "Brexit vote" che non ci si aspettava più? Occorre dirlo.

giovedì 23 giugno 2016

Oslo, 6° congresso mondiale contro la pena di morte: la cultura della morte non può che essere combattuta. Per rispettare la dignità umana e rendere migliori le nostre società


"We can show the beauty of a justice who is capable to respect life, we can undermine a culture of death, we do it to respect human dignity and help our societies not to become like killers".

Oslo, 6° Congresso mondiale contro la pena di morte, 23 giugno 2016

Migranti: servono integrazione e lavoro


Integrazione e lavoro. I paesi che, al di là degli sbarramenti ideologici, sanno fare questo danno una risposta vera allo sviluppo e alla sicurezza. Questo è presente e futuro sostenibile. Per questo è importante l'intesa Confindustria - Governo per l'inserimento lavorativo dei rifugiati.

lunedì 20 giugno 2016

mercoledì 15 giugno 2016

La legge sul ‘Dopo di Noi’ è una bella legge, un successo del Parlamento


La legge sul 'Dopo di noi' è una bella legge. E' un successo del Parlamento a cui sono felice di avere potuto dare un contributo decisivo con la Commissione Affari Sociali della Camera. E' una legge che rende l'Italia un Paese più umano e civile. Che toglie angoscia e restituisce il sorriso e tranquillità a migliaia di famiglie. E' la firma di una pace coi disabili gravi, con le loro famiglie, con chi è tenuto ai margini da una vita che esalta chi è sano, forte e giovane, per poi scartare chi non ce la fa e non sarà mai così. Una grande legge di civiltà.

domenica 12 giugno 2016

"Dopo di Noi", la legge è in arrivo. Il sostegno cambia volto


La riflessione di Papa Francesco in occasione del Giubileo dei disabili e degli ammalati arriva alla vigilia di una settimana importante perché la Camera esaminerà, in vista dell'approvazione finale, la legge sul “Dopo di noi”. Come ha avuto modo di sottolineare il Pontefice, non dobbiamo considerare i disabili come qualcosa da relegare in un recinto o guardare loro con lo sguardo del pietismo.

lunedì 6 giugno 2016

Un no al migration compact è un no al futuro dell'Ue



Il Parlamento europeo discuterà in questi giorni il Migration Compact, la proposta italiana di un piano per la gestione dei flussi migratori. Un progetto che affronta la questione migranti in maniera completa, individuando una collaborazione con i Paesi di origine e di transito, in particolare con quelli dell'Africa.

lunedì 23 maggio 2016

In Austria vince Van Der Bellen, una buona notizia per l'Europa




La prima buona notizia dell'inizio della nuova Europa. La vittoria, di misura, incerta fino alla fine, del leader dei Verdi Van Der Bellen segna un incubo scampato e apre la strada a una iniziativa europea dei Paesi fondatori, assieme a Grecia, Austria, Spagna, speriamo, per una fase nuova davanti al cambiamento epocale delle migrazioni contemporanee.

venerdì 20 maggio 2016

Onoriamo la vita e la memoria di Pannella riaprendo la discussione sull'amnistia


Si può onorare la vita e rendere la memoria di Marco Pannella un'occasione di unificazione dell'Italia e del Parlamento e non un esercizio di simpatia postuma proponendo al Parlamento di discutere ed approvare subito l'amnistia e il riesame nell'esecuzione della pena dei "sepolti vivi", i "fine pena mai", i più di mille "ergastoli ostativi".

https://drive.google.com/open?id=0B35Ew0jNuNs1SGZrVnE3Sm1Tcnc

giovedì 19 maggio 2016

Facciamo nostro l'appello di Mattarella sull’Africa


Dobbiamo assolutamente fare nostro l'appello lanciato ieri dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, alla Conferenza Italia-Africa in corso alla Farnesina.

martedì 17 maggio 2016

La differenza tra pietà e pietismo


Cani, Gatti, Donne, Uomini. Papa Francesco è intervenuto per indicarci la differenza tra la pietà e il pietismo, tra prendersi cura degli altri e fare finta di prendersene cura. Lo ha fatto con un esempio che tutti possiamo capire: “Vediamo gente tanto attaccata ai gatti ai cani, e poi lasciano senza aiuto la fame del vicino e della vicina? No, per favore no”.

domenica 15 maggio 2016

Niente barriere al Brennero: l'Austria prende una giusta decisione



E' una giusta decisione, finalmente, quella del governo austriaco, di non procedere con la costruzione di barriere e recinzioni al Brennero, al confine con l'Italia. E' un risultato importante che è frutto del lavoro del governo italiano. Le barriere sono il simbolo dell'isolazionismo. Un colpo al cuore dell'Europa.

lunedì 9 maggio 2016

Chi usa la paura dà ragione ai venditori di terrore

Memoria. Giornata della memoria delle vittime del terrorismo. Oggi. In un tempo in cui la memoria ha poca cittadinanza. Eppure passa di qua la capacità di costruire un’Italia, una Europa più vivibili, un mondo più credibile, meno violento.

domenica 1 maggio 2016

Migranti: con gli steccati in Europa solo tragedie



In Europa si continua a parlare di misure sempre più drastiche per contrastare l'arrivo di profughi e migranti, intanto però nel Mediterraneo si registrano nuove tragedie. La realtà è che possiamo alzare tutti gli steccati che vogliamo, ma le persone continueranno a fuggire dalla guerra, dalla fame e dai terroristi.

mercoledì 27 aprile 2016

Brennero, Marazziti: "Essere europei è un'altra cosa"




Riaprire il Brennero. Chi in questo momento per un malinteso interesse nazionale crede che ricreare i muri e mettere i fili spinati serva ad aiutare i propri cittadini a creare più sicurezza deve sapere che essere europei è un'altra cosa. Che ci si mette fuori da un sentimento comune e da una legalità europea, che come conseguenza non può che comportare una partecipazione di tipo diverso al comune progetto europeo, incluso il fatto di non accedere ai benefici che appartenere all'Unione Europea comporta.

lunedì 18 aprile 2016

Sui migranti è necessaria una risposta radicale: corridoi umanitari, viaggi sicuri, asilo europeo




Mentre in Europa c'è chi soffia sulla paura e incoraggia la creazione di fili spinati e frontiere interne, nel Mediterraneo si continua a morire. E si continua a fuggire perché se non si fugge si muore sotto i bombardamenti, si è schiavizzati o depredati dal Califfato e dalle tante bande di islamisti che vanno dal Nordafrica al Medioriente. Occorre una risposta radicale, coraggiosa, dell'Europa. C'è chi irresponsabilmente pensa che sia giusto gioire del possibile muro al Brennero e si congratula e fa festa con l'Austria, come Salvini e la Lega. E' penoso, oltre che autolesionista: visto che i migranti che dall'Italia devono e vogliono andare nel Nord Europa in questo modo restano in Italia. Ed è vergognoso continuare nella linea "cattivista" che prova a speculare anche su queste morti cercando di attribuirle all'assenza di "pugno duro" dell'Europa.

giovedì 14 aprile 2016

Marazziti: sul Brennero l'Austria si sbaglia




Il sogno, più che un sogno è un programma, del presidente Mattarella, di un mondo che vive in pace, senza guerre e dove i bambini non annegano in mare per sfuggire dai conflitti, è il sogno di tutti noi e dobbiamo lavorare per trasformarlo in realtà. Le notizie che ci giungono dal Brennero sconfortano, ma non devono farci arrendere: al contrario dobbiamo rilanciare i valori della solidarietà e della coesione.

mercoledì 13 aprile 2016

Marazziti: la visita del Papa a Lesbo per i migranti è un gesto straordinario




(ANSA) - ROMA, 13 APR - "La visita di Papa Francesco nell'isola greca di Lesbo ha un significato straordinario che va molto oltre il suo valore simbolico per configurarsi come una testimonianza di umanità e di solidarietà'".

mercoledì 6 aprile 2016

Giulio Regeni, l'Italia esige verità


Attendiamo i risultati del prossimo incontro tra inquirenti e italiani ed egiziani sulla terribile vicenda della verità che ancora non arriva sulla morte, così opaca, di un giovane italiano ed europeo come Giulio Regeni, sul cui volto sua madre, la sua famiglia, una bella famiglia dignitosa e seria. 

sabato 26 marzo 2016

Buona Pasqua di Resurrezione per tutti

BUONA PASQUA DI RESURREZIONE
PER TUTTI




E’ possibile e molto è nelle nostre mani.
 Con amicizia,
Mario Marazziti
Corridoi Umanitari – Video : https://goo.gl/bO6Ugw
Per sostenere i Corridoi Umanitari: http://goo.gl/c5CEhl

martedì 22 marzo 2016

Colpita la capitale d'Europa; dolore e solidarietà per le vittime. Restare uniti e lavorare per la pace.




Faccio mie e vorrei rilanciare, perché migliori delle mie, le parole che vengono dalla Comunità di Sant'Egidio nella giornata dei barbari attacchi che hanno ferito il cuore dell'Europa e hanno fatto tante nuove vittime. Ci aiutano a resistere alla paura e agli istinti peggiori che i terroristi e quanti per ignoranza o per banalità, superficialità o calcolo vorrebbero risvegliare.

Bruxelles: Marazziti, no polemiche, serve risposta comune






(ANSA) - ROMA, 22 MAR - "L'Europa colpita e ferita dalla violenza e dalla ferocia del terrorismo è un'immagine che non avremmo mai più voluto rivedere e rivivere. Mi unisco al dolore dei familiari delle vittime degli attentati a Bruxelles: altre vite umane spezzate, altra violenza da condannare e da fermare. Quello che è successo è terribile, ma l'unica risposta è essere uniti e non cedere alla paura o a una logica di guerra che è quello che le menti distorte degli autori del terrore vorrebbero".

giovedì 17 marzo 2016

Per non soffocare fra muri e fili spinati l’Europa deve puntare sui diritti sociali e sulla capacità di accogliere e proteggere





“Mentre andiamo su Marte l'Europa rischia di soffocare tra muri e fili spinati. Non possiamo tornare indietro rispetto a Schengen. Sarebbe come costruire la propria prigione da soli”, ha detto il presidente della Commissione Affari Sociali della Camera Mario Marazziti (Democrazia Solidale), aprendo la Conferenza interparlamentare di Torino sulla Carta Sociale Europea e il Forum dei diritti sociali in Europa in corso a Torino fino a domani. “L'Europa invecchia, ha bisogno di altri o perde anche la memoria di sé. O va avanti, o si ferma e invecchia a Idomeni e Calais. Dev’essere una democrazia umanista e umanitaria: ha il dovere di accogliere e proteggere, per non celebrare il suo declino”. 

martedì 15 marzo 2016

13 Ways of Looking at the Death Penalty: a look on the worldwide shrinking of capital punishment



The recent book, 13 Ways of Looking at the Death Penalty, by Mario Marazziti, explores the United States' continuing use of the death penalty in a world community that is increasingly rejecting the practice. The Philadelphia Inquirer calls the book "an interesting, compelling look at the cultural and religious underpinnings of the death penalty and how we got here.

sabato 5 marzo 2016

Migranti: Marazziti, creare sistemi legali e' l'unico modo




(ANSA) - TRENTO, 5 MAR - Il presidente della Commissione sanità e affari sociali della Camera, Mario Marazziti, ha incontrato a Trento il gruppo di 29 siriani giunti in Italia con la prima esperienza di corridoi umanitari. "L'unico modo per sconfiggere i viaggi illegali con i barconi, e' creare sistemi legali"

mercoledì 2 marzo 2016

Marazziti: muri e fili spinati uccidono Europa. Vive invece con i corridoi umanitari




Roma, 1 mar. (askanews) - "Non possiamo tollerare scene di uomini, donne e bambini dietro fili spinati e allontanati a colpi di lacrimogeni: non è questa l'Europa dei popoli e della solidarietà che deve invece farsi valere". Lo ha detto Mario Marazziti, presidente della commissione Affari sociali della Camera (Democrazia Solidale). "L'Europa muore coi muri e il filo spinato. Vive con i corridoi umanitari", ha aggiunto.

martedì 1 marzo 2016

L'Europa muore coi muri e col filo spinato, vive con i corridoi umanitari



Non possiamo tollerare scene di uomini, donne e bambini dietro fili spinati e allontanati a colpi di lacrimogeni: non è questa l'Europa dei popoli e della solidarietà che deve invece farsi valere. L’Europa muore coi muri e il filo spinato. Vive con i corridoi umanitari.